0

La Tagesmutter

No, la Tagesmutter non sono io. Io sono la Mutter di giorno e di notte. Festivi compresi.

La Tagesmutter è una sorta di tata, una nanny, la soluzione alternativa all’asilo nido (Krippe), perfetta, a mio avviso, per i bimbi ancora molto piccoli. Oggi abbiamo conosciuto la nostra Tagesmutter, colei che si occuperà di Elia.
Non sono bravissima a descrivere le persone, ma se dovessi raccontare di lei direi che è vecchietta ma più in forma di me, parla tantissimo ma non ci sente perfettamente da lontano (sì, ho detto sente), ha una pacatezza nei modi quasi d’altri tempi ma è super tecnologica (ha un sito internet, una pagina della sua attività su Facebook e usa regolarmente la fotocamera per immortalare i bimbi).
Insomma, questa donna ossimoro ci è piaciuta e a Elia pure.

20141015_080655
L’autunno è arrivato, mio figlio sta per iniziare il suo percorso di crescita lontano dal nido materno (Abnabelung) e io mi sento che sto per piangere.

2

Elia.

È la prima volta in tre mesi che riesco a scrivere da un pc. Abbiate pazienza: può solo migliorare.

Elia dorme sul mio braccio destro, significa quindi che, sì, è arrivato, sta bene, sta crescendo e che sto scrivendo con una mano sola.

Elia è nato il 3 dicembre 2013 alle 7:52, pesava 3040 g per 50 cm di lunghezza.

Elia è arrivato nel nostro mondo grazie a un taglio cesareo, dopo un travaglio lungo, complesso e soprattutto doloroso.

Elia ha compiuto ieri 3 mesi. Il tempo vola.

 

Presto vi racconterò di Elia.

Per ora, vi basti questo.

 Immagine